La notizia arriva dalla Federazione Internazionale dell’Automobile. La stessa federazione che l’anno scorso ha dato il via al campionato mondiale di Formula E. Insieme alla società Kinetik, hanno annunciato l’intenzione di voler creare il primo campionato mondiale di vetture a guida autonoma. Roborace è il nome della competizione che inizierà durante la stagione sportiva 2016/2017, in gara auto completamente elettriche e senza pilota. Come la Formula E mirava a far sviluppare agli ingegneri nuove tecnologie per auto elettriche, la Roborace punta a migliorare notevolmente le vetture che si guidano da sole, per velocizzare lo sviluppo di questo settore da qualche anno molto discusso.

Le tappe di Roborace saranno gli stessi circuiti mondiali su cui, appena finita la gara della durata di un’ora, correranno i piloti di Formula E. Dieci i team in gara, ognuno con due vetture uguali per tutti. In questo campionato, infatti, più che l’aspetto meccanico, è importante l’aspetto software: la sfida si baserà sul miglioramento di algoritmi di elaborazione in tempo reale e dell’intelligenza artificiale della macchina. Per rendere ancora più interessante la gara, e per dare a tutti l’opportunità di aiutare nello sviluppo di queste particolari auto, una delle squadre sarà “di gruppo”, ovvero sarà aperta a esperti di software e tecnologie di tutto il mondo.

In merito al campionato e ai suoi obiettivi, Denis Sverdlov, fondatore di Kinetik nonché ideatore della gara, ha dichiarato:

Crediamo fermamente che, in futuro, tutti i veicoli del mondo, saranno assistiti dall’Intelligenza Artificiale e alimentati ad energia elettrica, migliorando così l’ambiente e la sicurezza stradale. Roborace celebra le rivoluzionarie tecnologie e le innovazioni raggiunte in quest’ambito fino ad ora. Si tratta di una piattaforma globale per dimostrare che le tecnologie robotiche e l’IA possono coesistere con noi nella vita reale. Così, chi partecipa a questa trasformazione ha ora una modo per mostrare i vantaggi delle loro soluzioni automatiche, spingendo lo sviluppo della tecnologia.

Poco tempo fa Yamaha aveva mostrato la prima moto guidata da un robot, destinata tra qualche anno a competere contro i piloti umani, ed ora è stato annunciato il primo campionato automobilistico in completa assenza di piloti. Dai film di fantascienza alla realtà: benvenuti nel futuro.

Roborace Formula E senza pilota. Close-up Engineering
Source: www.fiaformulae.com
CONDIVIDI
Articolo precedenteAddio manodopera: arriva Hadrian, il robot-muratore
Prossimo articoloCities Unlocked: le città diventano accessibili ai non vedenti
Terminati gli studi al Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate, si iscrive all'Università di Bologna alla facoltà di Ingegneria dell'Automazione. Le sue più grandi passioni sono la robotica e l’informatica, come le nuove tecnologie in generale. Per tenersi informato e informare gli altri, nel 2015 entra nel team di Close-up Engineering dove cura il settore di ingegneria informatica e dell’automazione.

LASCIA UN COMMENTO