Nokia with Android the return

-Articolo a cura di Francesco Clemente

Da giorni varie fonti parlano di un possibile rientro di Nokia sul mercato della telefonia con un dispositivo Android.
Il 19 maggio Nokia ha annunciato la cessione di marchio e proprietà intellettuali alla compagnia finlandese HMD Global che si sarebbe impegnata a produrre e vendere tablet e smartphone Android per suo conto, in collaborazione con FIH Mobile (succursale della taiwanese Foxconn).

Sembra che il nome dello smartphone sarà Nokia C1 e che sarà prodotto in 2 varianti aventi le seguenti caratteristiche tecniche:

  • Schermo: OLED QHD (2560 x 1440 pixels) oppure 2K (2048 x 1080 pixels)
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 820
  • Certificazione IP68 (protezione totale da ingresso di polveri, adatto per immersione permanente in acqua)
  • Fotocamera esterna: 6 megapixel
  • Interfaccia: Z Launcher
  • Android 7.0 Nougat
  • RAM: 2GB o 3GB
  • Memoria secondaria: 32GB o 64GB (rispettivamente abbinate alle varianti con 2GB e 3GB di RAM)
  • Touch&Hover, tecnologia che dovrebbe permettere l’utilizzo del dispositivo con un solo dito (forse qualcosa di simile al 3D Touch di Apple)

Android 7.0 Nougat

Il prezzo, dopo la commercializzazione a partire dal quarto trimestre di quest’anno, dovrebbe essere di circa 3000 yuan, che dovrebbero diventare $500 per il mercato occidentale.

Altre indiscrezioni, visti gli accordi commerciali sopracitati che coinvolgono anche Sharp, parlano di una ricommercializzazione dello Sharp Aquos P1 che possiede uno schermo da 5.3” FHD (1920 x 1080 pixel), lo Snapdragon 820 (quad core a 2.2GHz, GPU Adreno 530), 32GB di memoria secondaria espandibile, 3GB di RAM, fotocamera esterna da 22.6 megapixel ed interna da 5 megapixel, batteria da 3000 mAh, connettività LTE, Bluethoot 4.2, sensore di impronte digitali ed Android 6.0 Marshmallow.

Tante voci ma nulla di ufficiale, eppure soltanto l’idea sembra davvero interessante.

Il vecchio ed il nuovo in un connubio che sappiamo potrebbe essere azzeccato; non ci resta che attendere di scoprire cosa succederà.

 

LASCIA UN COMMENTO