Ci sono vari motivi per cui i Telegram Bot diventeranno un Trend nel 2016, e chiunque abbia un buon occhio rivolto al futuro se ne è già accorto:
Sempre più Brand e utenti stanno iniziando ad utilizzare la piattaforma, e questa nuova funzione dei bot diventa uno strumento interessantissimo per fare marketing.
Potete approfondire l’importanza strategica dei bot in questo articolo.

Cosa sono i Telegram Bot?

Se non ne avete mai visti, o non avete capito bene come funzionano, potete guardare il nostro:

@CuE_systems_bot  :  https://telegram.me/CuE_systems_bot

Il bot è quindi un programma con il quale si può interagire inviando dei comandi al quale lui risponderà come programmato.
Ma non solo: il bot potrà compiere anche azioni programmate nel tempo.

Come funzionano

Una volta creato un TelegramBot, lo si può programmare a rispondere a dei comandi, a raccogliere risposte dell’utente, a postare in automatico da sorgenti stream (come Twitter, Facebook, Feed RSS, ecc..), e non solo.
Un bot può essere aggiunto a gruppi e a canali.
Un canale è una specie di gruppo, in cui però possono postare solo gli amministratori. In questo modo, si possono aggiungere vari bot come amministratori del canale, che posteranno in automatico, e poter raccogliere così i post di più bot in un’unica fonte.
I membri del canale riceveranno quindi i messaggi dei vari bot.

Ma come si creano?
Devo pagare uno sviluppatore?

Assolutamente no. Telegram offre degli strumenti per crearne di semplici ma efficaci, gratuitamente e senza dover scrivere codice di programmazione.

Vediamo come fare:

0. Inviare un comando ai bot:

Per inviare un comando a un bot con cui si sta chattando basterà cliccare nella voce del menù del bot (sotto alla casella di testo per scrivere) oppure scrivere direttamente il comando e mandarlo, come se fosse un normale messaggio.
I comandi preceduti dalla barra / spesso non hanno una voce nel menù e vanno scritti.

1. Creare un nuovo TelegramBot:

Per creare un bot basta contattare @BotFather (cercatelo fra i contatti).
Avviata la chat, scrivetegli /newbot.
Potrete quindi scegliere un nome (che verrà visualizzato nell’elenco chat, come se fosse il nome utente), ad esempio CuE Systems. Una volta inserito il nome, vi chiederà l’id. Questa volta si tratta dell’indirizzo per contattare il bot. L’id deve terminare con “bot” ed essere tutto attaccato, ad esempio CuE_Systems_bot.
BotFather vi consegnerà quindi una chiave, copiatela. Per ora potete salutarlo.

2. Gestire il bot:

Una volta creato, dovrete contattare @Manybot.
Questo bot vi aiuterà a gestire la parte amministrativa del vostro TelegramBot .
Prima di tutto, dovete aggiungere il TelegramBot appena creato ai vostri bot. Come?
Scrivete /addbot. Vi verrà quindi chiesta la chiave, incollate quella che avete appena copiato alla creazione.
Potrete quindi scrivere una descrizione del bot.
Bene, avete impostato il TelegramBot . @Manybot vi darà un link ad esso. Cliccate sul link per avviare la chat con il vostro TelegramBot .

3. Programmare il bot:

Per programmare il bot vi basterà seguire il suo menù o digitare i comandi che spiegherò.

4. Aggiungere comandi personalizzati al bot:

Per aggiungere i comandi, scrivete /commands  o cliccate sul tasto Comandi personalizzati nel menù.
Inviate Crea Comando e scrivete il nome del comando che volete creare, ad esempio /website.
A questo punto, scrivete tutto quello che volete che il bot risponda quando viene chiamato questo comando.
Ad esempio:
https://systems.closeupengineering.it/ <== CLICK HERE !

Una volta inviati tutti i messaggi di risposta del bot, inviate Salva.
A questo punto, il comando è creato.
Potete aggiungere tutti i comandi che volete.

5. Aggiungere voci al Menù:

Sempre nella sezione /commands, inviate Config. Menu principale.
Cliccate poi su Aggiungi voce al menù e scrivete il comando che volete aggiungere, ad esempio /website (—–il comando deve essere già stato creato!—–).
Una volta inviato, assegnateli un nome nel menù, ad esempio Sito.

6. Rinominare/Eliminare i tasti del Menù:

Sempre dopo aver raggiunto l’editor del menù ( /commands -> Config. Menu principale) basterà cliccare su una voce del Menù e poi cliccare Rinomina Voce del Menù / Rimuovi dal Menù.

7. Riposizionare i tasti del Menù:

A volte, se si creano tante voci nel menù, è meglio affiancarle piuttosto che lasciarle in pila una sopra l’altra.
Sempre dopo aver raggiunto l’editor del menù ( /commands -> Config. Menu principale. ) cliccate su una voce del Menù e poi cliccate sul posizionamento che volete ottenere.

8. Menù a comparsa o fisso?

Sempre dopo aver raggiunto l’editor del menù ( /commands -> Config. Menu principale. ) basterà cliccare su una qualsiasi voce del menù e poi cliccare su Modalità menù: Fisso / Modalità menù: A comparsa. (La voce visualizzata è quella attuale, se si clicca su Fisso, passerà a Comparsa e vice versa. ).

9. Impostare il fuso orario:

Cliccate su Impostazioni nel menù principale e poi su Fuso Orario e infine su Imposta fuso orario. Inserite l’ora attuale seguita da am / pm.

Questo passaggio è necessario per l’autoposting.

10. Gestire l’autoposting:

Sempre dal menù principale, andate su Impostazioni  e poi  Autoposting.
Scegliete lo stream dal quale prendere i post, ad esempio Twitter o RSS.
Inserite il link dello stream (seguite l’esempio fornito dal bot).

11. Canali:

Per i canali il discorso è più complicato..

Questo passaggio si può eseguire solo da telefono:
Create un nuovo canale (come creare un gruppo o una chat, ma scegliere l’opzione Channel).
Una volta creato il canale, aggiungete il TelegramBot come amministratore, come se fosse un vostro contatto.

Ora potrete continuare anche da Web
Una volta aggiunto, tornate nella chat del TelegramBot.
Cliccate su Impostazioni  e poi Canali e infine su Aggiungi canale.
Inviate quindi il nome del canale o il link ad esso, ad esempio:

@CloseUpEngineeringFeed
https://telegram.me/CloseUpEngineeringFeed

Una volta inserito, cliccate su Invia Messaggio di prova, arriverà quindi un messaggio sul canale (se avete impostato tutto nel modo corretto), e l’autoposting sarà effettuato.

12. Creare domande / questionari:

Prima di tutto, dobbiamo creare un nuovo comando che avvii il questionario. (vedere il punto 4).
Al posto che mandare i messaggi che vogliamo che il bot usi come risposta, clicchiamo su Aggiungi domanda  e poi scegliamo domanda semplice o scelta multipla.
A questo punto, inviamo il testo della domanda / spiegazione di cosa scrivere, ad esempio, per un comando /feedback  per ricevere dei commenti sul bot:

Lascia un commento al nostro Bot o ai nostri post inviando un messaggio ora!
Feedback, richieste e suggerimenti sono ben accetti!

Se avete scelto domanda semplice, l’inserimento della domanda è finito, potete aggiungere un’altra domanda che verrà inviata dopo la prima, oppure terminare.

Se avete selezionato Scelta multipla, scrivete l’elenco delle risposte possibili, come nell’esempio.
A questo punto avrete terminato.

 

 

Questi sono i comandi principali per creare il vostro TelegramBot .
Come abbiamo visto, è semplice e non dovrete scrivere righe di codice. Avrete in pochi minuti un bot funzionante pronto per essere condiviso.

IMPORTANTE:
Se volete rimanere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda l’ingegneria, ed essere sempre un passo avanti ai vostri colleghi o compagni di studi.. Chiedete ai nostri TelegramBot di fare tutto al posto vostro, inviandovi tutte le News!

Ecco i Link:

CloseUp-Engineering Feed https://telegram.me/CloseUpEngineeringFeed
Sezione Systems https://telegram.me/CuE_systems_bot
Sezione Building https://telegram.me/CuE_Building_bot
Sezione Energy https://telegram.me/CuE_Energy_bot
Sezione Biomedical https://telegram.me/CuE_Biomedical_bot
Sezione Aerospace https://telegram.me/CuE_Aerospace_bot
Sezione Finance https://telegram.me/CuE_Finance_bot
Sezione Marine https://telegram.me/CuE_Marine_bot
Sezione Vehicle https://telegram.me/CuE_Vehicle_bot
Sezione Science & Tech https://telegram.me/CuE_ScienceTech_bot
Sezione Management https://telegram.me/CuE_Management_bot

1 COMMENTO

  1. […] Scoperta così la reale efficace dei bot, da Facebook a Telegram, si sta assistendo ad un concorrenziale sviluppo degli agenti di ricerca senza precedenti. Lo scorso giugno Telegram si è aggiornato alla versione 3.0 e ha introdotto i bot quali intelligenze artificiali con cui l’utente può conversare e che allo stesso tempo consentono di cercare informazioni e immagini di svariati tipi. Facebook d’altro canto ha permesso ad alcuni sviluppatori, l’accesso a un SDK che consentirebbe loro di utilizzare  bot interattivi all’interno dell’applicazione Messanger. Cosa sono dunque i TelegramBot, le loro funzionalità specifiche e utilità è possibile leggerlo al seguente link:  https://systems.closeupengineering.it/bot-su-telegram-come-crearli-semplicemente-e-senza-scrivere-cod… […]

LASCIA UN COMMENTO